Usi alternativi dell'olio essenziale di lavanda

Oggi parleremo di una pianta molto profumata e che tutti conosciamo. Stiamo parlando della Lavanda.

Quando pensiamo alla lavanda ci viene subito da pensare al suo utilizzo come profumatore di ambienti e biancheria. Infatti, sicuramente, questi sono gli usi più comuni che si fanno della lavanda, ma ne esistono alcuni meno conosciuti che oggi scopriremo insieme.


Se avete delle piante che sono state appena attaccate da alcuni parassiti, prima di passare alle maniere forti utilizzando qualche prodotto fitosanitario, potete provare a vaporizzare una soluzione composta da 10 gocce di olio essenziale di lavanda diluite in 250 ml di acqua. Mescolate bene e nebulizzate sulle foglie. Ripetete spesso il trattamento.


Per tenere lontani i ragni prima di utilizzare prodotti di sintesi, potete provare ad utilizzare l’olio essenziale di lavanda. Bagniate un batuffolo con 5 gocce di olio essenziale di lavanda e posizionatelo nei punti strategici nei quali pensate che potrebbero nascondersi gli indesiderati ospiti ad otto zampe. Vedrete che se ne andranno infastiditi dall’odore.


Se avete delle mosche in casa che vi infastidiscono potete provare a scacciarle nebulizzando sugli infissi di porte e finestre alcuni spruzzi di una soluzione formata da 200ml di acqua ai quali unirete 10 gocce di olio essenziale di lavanda. Ripetete per qualche giorno e vedrete che le mosche se ne andranno.


Ciro Strina



Diteci la vostra lasciando un commento qui sotto!

#Lavanda #olioessenzialelavanda #olioessenziale #olio #rimedinaturali